Piazza Cesare Battisti: luogo di “insicurezza”

Incidente durante un evento in piazza

Il 21 Ottobre scorso un grave incidente ha caratterizzato una manifestazione svoltasi in Piazza Cesare Battisti, piazza ad uso esclusivamente pedonale, in origine, ma sotto ordinanza sindacale nell’occasione, ordinanza che vietava la sosta e l’accesso delle auto, visto che è stata trasformata in parcheggio da altra ordinanza di carattere temporaneo per i lavori ACEA conclusi da più di un anno (ordinanza n. 6 del 23 febbraio 2018) .

Insomma un bel pasticcio.

La vittima dell’incidente è una bambina di otto anni, investita da un monopattino elettrico, subendo una frattura scomposta di tibia e perone, danno che la immobilizzerà per parecchio tempo, con tutte le conseguenze del caso.

Non sappiamo per quale motivo non fosse presente sul posto un mezzo per un rapido soccorso e perchè l’accesso alla piazza non fosse controllato dalla polizia Locale.

Riteniamo, comunque, che ci siano forti responsabilità politiche da parte dell’amministrazione, organizzatrice della manifestazione, che secondo la normativa vigente è responsabile della sicurezza e del controllo sul luogo dell’evento.

Di seguito pubblichiamo l’interpellanza presentata dal portavoce del M5S in consiglio comunale a Marcellina, Alessandro Marulli.

Articolo-27-del-Regolamento-per-il-funzionamento-del-Consiglio-comunale.-Interpellanza-urgente-su-incidente-a-minore.

Ordinanza-N.-35-DEL-18-10-2019.-chiusura-piazza-per-evento-cittadini-differentipdf

ordinanza-n.-6-del-23-02-2018-lavori-acea-piazza-cesare-battisti

3 thoughts on “Piazza Cesare Battisti: luogo di “insicurezza””

  1. Anch’io ero in piazza e c’era l’Associazione dei carabinieri in congedo per la vigilanza. La responsabilità dell’accaduto credo che sia dei genitori dell’investitore, in quanto responsabili del minore. (culpa in vigilando).

    1. caro sig.mario noi genitori eravamo presenti e stavamo in piazza ..e oltre a mio figlio c’erano anche altri ragazzi che giravano in bicicletta e nessuno ci ha detto che non potevano giocare …. anche xche se ci fossero state delle barriere e dei i vigili che vietavano accesso a biciclette e monopattino non sarebbe successo mio figlio e tutto ora scioccato x l’ accaduto e sta andando dalla psicologa quindi prima di giudicare e puntare il.dito si informi …

    2. egregio signor mario sono il papà del bamdino coinvolto inanzitutto nn c’era solo mio figlio che giocava ma c’erano decine di biciclette che sfrecciavano sulla piazza nn c’erano le barriere che impedivano l’accesso a tali mezzi e tantomeno i vigili urbani quindi era una festa nn in sicurezza e ci sono i verbali che parlano co spiace molto x l’accaduto e siamo in contatto con i genitori della bambina …ma anche mio figlio sta andando dallo psicologo x l’accaduto nn se ne parla?comunque visto che c’era una festa e x legge deve essere assicurata qualcuno si prenderà le sue responsabilità….la prossima volta nn punti il dito contro i genitori xche noi eravamo li come tanti ma è stato un attimo come tutti sappiamo e abbiamo visto buona giornaT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.