Mensa scolastica: pagamento anticipato, NO alla proposta di calcolo giornaliero


Approvato nell’ultimo consiglio comunale il nuovo regolamento della mensa scolastica.

L’Art. 23 recita: “Il pagamento delle rette va effettuato con cadenza mensile da effettuare anticipatamente mediante versamento su c/c postale intestato al Comune o c/c bancario presso Tesoreria Comunale.”

La nostra proposta di emendamento è stata di rilevare le presenze giornalmente e comunicarle all’ufficio comunale preposto per il computo della giusta quota da pagare, così come avviene in altre scuole; e ancora che il pagamento avvenisse entro il giorno 5 del mese successivo alla fruizione dei pasti.

Proposta respinta, con la scarsa e deludente giustificazione da parte dell’amministrazione, che la mole di lavoro per il dipendente preposto era elevata e che, come un abbonamento dei mezzi pubblici si paga anticipatamente, anche per la mensa può essere fatto altrettanto. Unica differenza è che pagando l’abbonamento dei mezzi pubblici anticipatamente e in un’unica soluzione, si ha diritto ad uno sconto sul totale mentre per la mensa il prezzo rimane invariato.

In Commissione tutte le nostre proposte sono state respinte,  compreso un metodo alternativo per consentire agli utenti di pagare la giusta quota calcolata sul numero esatto dei pasti consumati; avevamo proposto il pagamento elettronico, mediante una carta prepagata, ricaricabile. Proposta, anche questa bocciata. Si preferisce il metodo di pagamento anticipato.

Non resta quindi, agli utenti a tempo pieno, che avvalersi dell’art. 22 per chiedere un rimborso dopo 10 giorni di assenza e debitamente documentate da certificazione medica.

E gli utenti  non iscritti al tempo pieno?…

Emendamento servizio mensa scolastica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.