ISEE diversamente falsi, famiglie diversamente povere.

Non è la prima volta che Sindaco e Assessore alle politiche sociali del Comune di Marcellina dichiarano pubblicamente e nelle sedi istituzionali che la cittadinanza non usa dichiarare il vero sui DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) per l’ottenimento dell’indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) al fine di ottenere sussidi non spettanti.

Il Comune di Marcellina ha ottenuto un contributo di 35.000,00 euro dall’ISMA (Istituto di Santa Maria in Aquiro), per realizzare iniziative di assistenza alle famiglie marcellinesi più in difficoltà.

Nella drammaticità della situazione è una notizia positiva che denota che anche la maggioranza consiliare è consapevole dell’indigenza di molte famiglie marcellinesi.

Ciò nonostante non accetta alcuna agevolazione sulla tariffa Tari.

Da quanto dichiarato dall’assessore alle politiche sociali, l’ “Isee non rispecchia la realtà del nostro territorio sono altri i parametri per capire le difficoltà delle famiglie….”

…quindi se non verrà considerato l’ISEE, strumento istituito dal D. Lgs. 109/1998 per valutare e certificare la situazione economica delle famiglie in modo da  garantire a quelle più svantaggiate l’accesso ad agevolazioni nei servizi sanitari e sociali, quali saranno i parametri utilizzati per definire una graduatoria dei beneficiari?

Ne consegue che chi ha un ISEE molto basso, non avrà le stesse possibilità di altre famiglie di Marcellina con chissà quali caratteristiche.

La trasparenza vorrebbe che certe caratteristiche, evidentemente non contemplate dalla certificazione ISEE, debbano essere note a tutta la cittadinanza.

Ci domandiamo, inoltre, se, data la conoscenza di queste situazioni, siano mai state denunciate.

Marcellina è il paese degli ISEE “diversamente” falsi e delle famiglie “diversamente” povere, governato da una amministrazione “diversamente” attenta alle politiche sociali.

Di seguito si pubblica l’interrogazione presentata dal portavoce Consigliere Comunale del M5S, Alessandro Marulli, il giorno 7 ottobre 2020 con registrazione protocollo n. 13199 del 08-10-2020.

Interrogazione-urgente-bando-pubblico-promosso-dallISMA-Istituto-di-Santa-Maria-in-Aquiro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.