Indolenza amministrativa

Il Comune di Marcellina ha affidato la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani alla società AVR senza aver stipulato il relativo  contratto…

“E il cittadino paga”… l’inerzia della Pubblica Amministrazione

Durante l’ultimo consiglio comunale il Sindaco ha ammesso che verranno utilizzati i 60.000 euro messi sotto la voce “fondo crediti inesigibili” del piano finanziario TARI 2019, pagati indebitamente dai cittadini, per ripianare gli errori amministrativi che hanno a questo punto causato un danno erariale.

L’indolenza di questa amministrazione deve essere compensata prendendo soldi dalle tasche dei cittadini che viceversa non usufruiscono di servizi adeguati, a volte inesistenti.

Ancora una volta chiediamo, attraverso l’interpellanza presentata del Portavoce in Consiglio Comunale del M5S Alessandro Marulli. spiegazioni al Sindaco sull’accaduto e l’accertamento delle responsabilità.

Interpellanza-urgente-copia-per-articolo

ordinanza_n_17

richiesta-dati.Servizio-di-raccolta-e-trasporto-a-trattamento-dei-rifiuti-urbani-e-di-igiene-urbana-tra-la-ditta-AVRComune-di-Marcellina-Richiesta-dati

Disdetta-rapporto-contrattuale-con-la-societa-AVR.-Richiesta-informazioni.

6 thoughts on “Indolenza amministrativa”

  1. Se ho ben capito ci sono una serie di anomalie:
    -ufficio tecnico che NON si avvede di una determina del suo responsabile contenente un errore di quasi 400.000 euro (ma come è possibile?)
    -mancata stipula del contratto entro i termini di legge,( a seguito dell’errore nella determina precedente ?),con servizio effettuato per 13 mesi attraverso un verbale di consegna
    -lo stesso ufficio tecnico non viene poi neanche interpellato per l’affido successivo ad altra società, come se fosse intervenuta una calamità sanitaria che abbia costretto il sindaco ad accelerare la procedura…e a procedere di autorità
    -ulteriore maggiore spesa di 6.500 euro per i 14 giorni di raccolta affettuata dal 1 al 14 luglio da parte della società AVR.
    E’ così?

  2. -ufficio tecnico che NON si avvede di una determina del suo responsabile contenente un errore di quasi 400.000 euro (ma come è possibile?)

    Con determinazione R.G. n. 392 del 22 Maggio 2018 l’Ing. Marco CALDERARI, nel rendere efficace l’aggiudicazione dell’appalto del servizio di raccolta e trasporto a trattamento dei rifiuti urbani e di igiene urbana per 5 anni a favore della società AVR, ha determinato la spesa complessiva per € 2.451.998,62 oltre IVA al 10% per un totale di € 2.697.198,48, provvedendo, inoltre ad impegnare la somma:
    1. di € 312.072,54 + iva al 10 % per un totale di € 343.279,79 per l’anno 2018, a far data dal 01/06/2018;
    2. di € 534.981,49 + iva al 10% per un totale di € 588.479,64 per l’anno 2019;
    3. di € 534.981,49 + iva al 10% per un totale di € 588.479,64 per l’anno 2020;
    e di dare atto che con successiva determinazione si provvederà ad assumere impegno di spesa per gli esercizi finanziari 2021 e 2022.
    Successivamente, l’Ing. Francesco Mancini, assunto con contratto di lavoro a tempo determinato presso il Comune di Marcellina dal 6 settembre 2018, con determinazione R.G. 403 del 21 giugno 2019 ha provveduto a rettificare la determinazione R.G. 392del 2018 come di seguito illustrato.
    TOTALE generale corrispettivo d’appalto quinquennale € 3.059.364,36;
    TOTALE generale corrispettivo d’appalto annuale € 611.872,87.
    Dalla lettura degli atti in questione si rileva che la differenza degli importi è stata determinata dalla mancata indicazione dell’importo relativo al trattamento dei rifiuti, così come peraltro, era stato previsto in sede di appalto.

    -mancata stipula del contratto entro i termini di legge,( a seguito dell’errore nella determina precedente ?),con servizio effettuato per 13 mesi attraverso un verbale di consegna

    Premesso che il verbale di consegna, nel nostro caso, tenuto conto della particolarità del servizio, ha natura provvisoria, in attesa che il responsabile del procedimento effettui i necessari controlli per rendere efficace l’atto di aggiudicazione e consentire, poi, la stipula, entro i termini previsti dalla legge vigente, del relativo contratto, atto indispensabile anche ai fini del pagamento.

    -lo stesso ufficio tecnico non viene poi neanche interpellato per l’affido successivo ad altra società, come se fosse intervenuta una calamità sanitaria che abbia costretto il sindaco ad accelerare la procedura…e a procedere di autorità.

    Con l’ordinanza il Sindaco, utilizzando dispositivi normativi eccezionali, ha forzato le norme che regolano l’appalto pubblico, che, peraltro, demandano all’esclusiva competenza del responsabile ogni procedura amministrativa. Comunque, con l’ordinanza sindacale n. 17 del 19 luglio 2019 il Sindaco, oltre individuare la ditta, ha determinato l’importo e cosa più grave ha “ordinato” l’affidamento del servizio in “via provvisoria” per il periodo di giorni 60 dalla data del 22 luglio 2019.

    -ulteriore maggiore spesa di 6.500 euro per i 14 giorni di raccolta effettuata dal 1 al 14 luglio da parte della società AVR.

    Non dispongo della lettera della società AVR nella quale viene riportata tale somma; comunque dalla lettura dell’ordinanza la cifra in questione deve essere aggiunta al canone bimestrale.

    1. Forse un corso di formazione e aggiornamento sarebbe utile a coloro che “governano” e a coloro che sono chiamati a “gestire”…

      1. In realtà la parte politica non deve avere necessariamente competenze amministrative, per questo esistono i dipendenti comunali selezionati attraverso i relativi bandi. Anche le responsabilità sono state ben separate. Il problema della parte politica è il non rispetto del programma elettorale con il quale sono stati eletti, perché in realtà tutto si basa ancora sul sistema del voto di scambio, familiaristico e dei serbatoi di voto che sono le associazioni a cui affluiscono i contributi regionali e provinciali. Gli interessi personali ancora prevalgono sul bene comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.