Il video che mostra i certificati penali del 2016

I candidati del Movimento 5 Stelle, per candidarsi a qualunque grado di elezioni, hanno come requisito fondamentale l’assenza di precedenti penali e di carichi pendenti.

Per dimostrare ciò, mostrano ai loro attivisti ed elettori, i certificati del casellario giudiziale e il certificato sui carichi pendenti, così come avvenuto già cinque anni fa.

Chi non ha altri argomenti se non il fango, il pettegolezzo, la chiacchiera sterile ed inopportuna, ha appositamente voluto gettare discredito su chi invece, applica una legge dello Stato, tra l’altro obbligatoria per i comuni sopra i 15.000 abitanti (La Spazzacorrotti). 

I componenti del Movimento 5 Stelle, candidati nella lista civica “Dalle Radici il Futuro”,  vista l’obbligatorietà del requisito per l’uso del contrassegno del Movimento 5 Stelle, ha chiesto al resto dei componenti della lista di fare altrettanto; la proposta è stata accolta  favorevolmente e per dimostrare ai cittadini di avere gli stessi requisiti richiesti dallo statuto del M5S, hanno voluto rendere pubblica la certificazione. 

A dimostrazione di ciò, sono evidenti le date sui certificati, antecedenti alla vicenda, oggetto del pettegolezzo. 

Detto ciò vogliamo, innanzitutto, esprimere piena solidarietà nei confronti di chi è stato, per ora, escluso dalla competizione elettorale nonostante estraneo a qualsiasi vicenda giudiziale, ma nel contempo rigettiamo al mittente le infamanti accuse, con l’invito a tutti di tornare a dibattere sui temi, noi lo faremo, a testa alta,  perché Marcellina merita di più, lo dobbiamo ai nostri concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.